Caracol!

Aspettavo questa nostra raccolta chiacchierata su Caracol e sul Maestro d’Arte Eleonora Battaggia da molto tempo: a lei spetterebbe senz’altro un posto d’onore (se mai ve ne fosse uno) in questo blog, rappresentando la summa di quel che, oltre a piacerci, ci convince e ci sprona a migliorarci, giorno dopo giorno.
In lei, nel suo operare, ritroviamo la grande potenza e la commovente delicatezza dei pezzi unici, nei cui confronti sentiamo di dover portare maggiore cura, più forte attenzione. In lei diventa prorompente la ricerca per produrre oggetti realmente ecologici, realizzati interamente con materiali di scarto, altrimenti destinati ad inquinare la nostra Terra. In lei una passione tale da trasformare questo impegno in continua denuncia e riflessione su quello che sembra essere il nostro triste ed infausto destino. In lei, ancora, la speranza che questo non sia così ineluttabile. In Eleonora, nelle sue collane, nei suoi bijoux, la dimostrazione che l’ecosostenibilità possa andare a braccetto con la bellezza, la ricchezza sinuosa di volumi e materiali, che possa essere colorata e felice abbellimento del nostro apparire.

Ed ancora: Eleonora ha dimostrato tali abilità progettuali e di design, da meritare la vittoria durante la quarta edizione della mostra-concorso “Bijoux d’Autore”, grazie alla bellissima collana “Assedio” ed all’anello coordinato. Un monile che mi ha colpito molto, e per la struttura, e per il messaggio sociale (che ci parla delle montagne di rifiuti che cingono in una morsa sempre più stretta oceani, mari, boschi e terreni), e per la potenza dei colori, che considero quasi miracolosa, vista la povertà e la “bruttezza” dei materiali utilizzati (fidelity cards, plastica di contenitori di detersivi, di imballaggi, tessuti da scarti di sartoria, acciaio da scarti industriali, avanzi di filati. Montati sulla struttura più rappresentativa della natura: la sezione aurea).

Questo, infine, troviamo in lei: la magia della trasformazione di quanto più brutto, pericoloso e soffocante l’uomo abbia creato in oggetti lievi, gioiosi, allegri, belli.
Io ho un sogno: l’abbiamo in tanti.

Caracol fan page su facebook

Caracol website

Caracol blog

2 commenti su Caracol!

  1. ….grazie Laura davvero emozionante per me leggere il tuo post….

    Ila grazie …
    non ho parole….grazie davvero

    Eleonora

  2. Bellissimo! Hai descritto benissimo la Ele e cosa muove il suo lavoro!
    Basi a tutte e due!

Lascia un commento

Autore:

E-mail:

Sito web: