Chimajarno, by Chiara Trentin

E’ da cosi tanto tempo che voglio scrivere delle magie di Chiara, che la seguo, che la sostengo con grande entusiasmo…Come per Silvia Bisconti, avevo il dilemma se presentare i miei entusiasmi, per primi, su questo blog, o su wethink.style.it. Ancora una volta, ho ceduto al mio primo amore, alla nostra vetrina, che non e’ nemmeno piu’ tanto intima, a vedere il numero dei contatti. Ma riservata, questo si.

Chiara e’ un portento della Natura. Inizia con lo scoprire una scatola, appartenuta alla nonna, piena zeppa di bottoni conservati attraverso lo scorrere dei decenni. Di tutte le forme, di tutti i colori. Piccoli relitti del tempo che abbondano in ogni casa, e che lei ha saputo riscoprire con un incanto infantile, ne ha intravisto la bellezza, ha colto il significato della scoperta. Ha trovato il suo tesoro.

Stavo perdendo il filo del discorso…questi colori sono ipnotici, le aggregazioni di Chimajarno ricordano le spirali delle piu’ belle conchiglie. Mi stavo incantando. Dicevo…Chiara ha iniziato, da vera autodidatta, a comporre creazioni (aggregazioni, appunto) con bottoni, di ogni forma, colore, materiale. Cercando l’incontro cromatico, o scegliendo il contrasto e la ricchezza…in ogni caso, ottenendo dei risultati straordinari. Guardate che meraviglia la sua cascata di bottoni…

Nella sua scelta del riutilizzo, e della reinterpretazione di uno degli oggetti piu’ comuni e quotidiani che esistano, si e’ talmente distinta, e per bravura, e per la capacita’ di coniugare un messaggio etico ed eco, con la levita’ dell’accessorio moda, da arrivare a vincere, un paio di settimane fa, il premio “CREAZIONI GIOVANI Macef Design Award”. Un premio ambitissimo, una vittoria meritatissima.

E’ il trionfo di tutti: quando una creativa che si e’ fatta da sola, che porta un messaggio importante, che sa prendere a morsi il mondo della moda, usando come denti solo i suoi meriti…vinciamo anche noi. Festeggiamo, andando a vedere tutte le creazioni Chimajarno. Io ve ne ho dato solo un assaggino…piccolo piccolo. A voi, la cascata di aggregazioni!

CHIMAJARNO: il tesoro del passato, l’intreccio del presente, la bellezza del futuro.

Chimajarno website

6 commenti su Chimajarno, by Chiara Trentin

  1. Mai l’ -attaccar bottone- mi ha deliziata così tanto!
    Mai ho visto un uso creativo del bottone così affascinante!

  2. Laura ancora un immenso grazie x le tue meravigliose parole…
    e un grazie anche a Fernando…
    wow

    • Chiara, grazie a te…E sappi che ne ho ancora tante di parole da scrivere sulla tua creativita’, e sulle tue meravigliose collane…A breve, il secondo articolo. Sul mio wethink.style.it. Me le tengo ben in caldo.

  3. Fernando, sei il numero uno. Punto.

  4. Veramente sorprendente e brava. La potenza moltiplicativa del genio applicata al piccolo
    elemento. Chi non capisce o ama la tecnica può cambiare vista sul mondo osservando le
    legature. Chi non capisce i colori può fare un passo avanti, o almeno di lato.
    Chi, come me, soffre la sindrome da foglio bianco, ripassi la recensione.

Lascia un commento

Autore:

E-mail:

Sito web: