Linagenda!

E…niente. Questo è probabilmente il blog più bistrattato della breve ma intensa storia del web. La mia non è morbida pigrizia, né cronica disattenzione: semmai, conquistata libertà di muovere parole solo quando fibrilla il cuore. Questo è un lucente dono che si riceve solo con il passare degli anni: lasciatemelo godere in tutta la sua pienezza.

Oggi scrivo perchè adoro con tutta me stessa Chiara, giovane e bellissima donna con la D maiuscola, creativa art director di un negozio, a Milano, tutto dedicato alla cosmesi naturale ed organica (qui trovate il suo sito. Io andrò a fare scorpacciate di bellezza quanto prima, non mancherò di divertirmi ed ingurgitare stimoli e raccontarvi il cocktail che ne uscirà), talentuosissima illustratrice con un’animo dolce, languido, che accarezza sempre un’intelligenza acuta e a tratti nìvura (come direbbe il buon Montalbano), mamma del marchio Lait Noir (qui vi raccontavo del suo bellissimo mondo), collezionista di momenti di poesia (seguire le sue tracce su facebook è come bere un tonico rivitalizzante), sempre dolcemente nostalgica di un passato che sapeva essere più suggestivo ma, al contempo, sempre tenacemente ottimista. Potrebbe bastare per più vite intere, ma quando sei tu stessa un cosmo di emozioni e passioni, non puoi che continuare a generare luci e bellezza. E così Chiara ci ha regalato Lina ed il suo compagno di avventure, il topo Marcello (Chiara è innamorata del bel Mastroianni. Chi non lo è, del resto?).

Illustrazioni rapide ed essenziali per portarci pensieri sempre molto acuti, forti, fieramente femministi, salaci, ironici, gloriosamente pungenti. Lina, che è nata in un momento di difficoltà di Chiara dallelabbrarosse (è lei stessa a scrivermi che Lina è uscita dalle sue mani in una mattinata in cui stava malissimo, per consentirle uno sfogo e forse darle una direzione), è per me perfetto alter ego della mia amata illustratrice. La stessa bocca elegantemente laccata, in tono con le unghie, lo stesso guizzo femminile, il pensiero che, grazie a quella bella frangetta nera, forse si concede di essere ancora più franco e libero.

E’ passato un anno, Lina ora si trasforma anche in una fantastica Linagenda, che sarà presto la mia compagna per l’anno che ha da venire. Chissà quante ne vedremo insieme, chissà quante volte insieme alzeremo il sopracciglio e penseremo qualche frase salatissima. Magari Lina ed il suo Marcello mi regaleranno anche l’ardire, di quando in quando, di dare suono a quelle frasi. E sarà bellissimo.

Siete avvertiti.

Qui trovate il mondo di Lina, continuate a seguirlo!

Ancora silenzio...sas

Lascia un commento

Autore:

E-mail:

Sito web: