Raptus & Rose

Concentrazione ragazze, state attente. Diamante da 28 carati in arrivo. Stamattina ero indecisa: voglio scrivere di Raptus & Rose sia su shoptherapy che su wethink.style.it. Da dove iniziare? Ho deciso di donare questa meraviglia, in prima battuta, a questo nostro salotto, in onore ad un’affinita’ spirituale e di intenti che ci accomuna allo spirito delizioso ed alla filosofia di Raptus&Rose. Silvia Bisconti, con la sua creazione, ci dona un guscio straordinario di bellezza, io la ospito fra le nostre chiacchere, con i piedi sul divano.

Raptus & Rose e’ un’idea (strepitosa) della stilista milanese Silvia Bisconti, donna bellissima, direttore artistico di Maliparmi (indi: donna affermatissima), uno dei grandi marchi che preferisco, per qualita’, stile, fantastia, e ricchezza di dettagli. La conoscete, gia’ avete visto i suoi capelli color rame, ricci, e le sue labbra sempre coperte da un velo di rossetto rosso. Lei e’ un raptus ed una rose. Una tigre, ed un bocciolo. Ha concepito tempo fa questo nuovo universo, di cui vi innamorerete perdutamente anche voi. Non c’e’ ritorno.


Primo: gli abiti. Credo di poter dire che Silvia la pensi come me in fatto di vintage. L’ho scritto, lo ripeto, a rischio di crearmi uno stuolo di polemiche sabotatrici. Trovare una vera chicca vintage e’ difficilissimo. Ho la fortuna di avere una madre, e di avere avuto una nonna, di gusti impeccabili, che hanno conservato qualche tesoro nello scorrere del tempo. Oggigiorno pero’ vedo un proliferare di negozi, negozietti, shops on line, che si esaltano alla sola idea che un capo abbia trent’anni o piu’. Voglio dire: guardiamolo, quel capo. Nel raro caso che sia bello, spesso risulta immettibile, per tagli e proporzioni oramai fuori tempo massimo. Inneggio invece al neo vintage, a chi, oggi, crea vestiti od accessori dal gusto, e dall’ispirazione retro’. Resta sempre la freschezza del nuovo, si rende attuale un’evocazione del passato che resta irresistibile.

E Silvia…Silvia fa qualcosa di meraviglioso. Gira in lungo ed in largo per mercatini, in Europa, raccoglie capi vintage per recuperarne le stoffe piu’ pregevoli e ricche, e con gli scampoli ricavati assembla meravigliosi PEZZI UNICI. Sul sito Raptus & Rose, o in atelier, troverete i modelli base, potrete indicare un colore che possa fare da palette di base, fornirete le vostre misure: ed ecco che le preziose stoffe verranno assemblate, in contrasto od in nuance, a creare un unicum perfetto, non ripetibile. Un’esplosione di colori lucenti. Si gioca con le stoffe, si provano contrasti ed incontri, e, soprattutto, si porta avanti l’idea eco del ri-uso, della ri-creazione, del divieto di sprechi (anche nel mondo della moda, sempre), del rapporto personale e privilegiato con la cliente, che potra’ adattare il SUO capo secondo i piu’ intimi desideri, allargando maniche, stringendo scollature, rendendosi parte attiva del processo creativo. Come potete vedere, i risultati sono incredibili, vitalissimi. Io li vorrei tutti, questi abiti, e vorrei osare continui balzi cromatici. Potrei anzi andare a fare un salto nell’armadio di mia madre, per procurarmi altri tessuti vintage. Sapete che sono ingorda, di fronte a certi pasticcini. E ve ne sto mostrando solo alcuni. La scelta e’ veramente ricchissima.

Secondo: l’atelier, a Belluno. Ecco, questo e’ un gioiello incredibile che vi mostro e vi faccio anche indossare. Spero apprezzerete la sconfinata generosita’. L’ambiente e’ meravigliosamente confortevole, accogliente, iper-femminile. Al bando gli uomini. Sapete che il nome dello sport golf nasce dall’acronimo G.O.L.F., ovvero gentlemen only, ladies forbidden? Ecco, qui siamo al LOGF. Ladies only, gentlemen forbidden. A meno che non portino qualche splendida stoffa. Questo e’ luogo dove sedersi su mirabili poltrone, sorseggiare un caffe’ fra chiacchericci allegri, dove risollevarsi o sedersi, dove rimirare le meraviglie di Raptus & Rose, dove sentirsi al centro, e della creazione dell’abito, e dell’attenzione, dove assaporare il ritmo delicato dello slow shopping, che diventa piu’ un momento di incontro, di relax, di cura e di sollievo, che non un mero atto di consumismo.


Questo e’ assolutamente, totalmente, perfettamente shopterapeutico. La perfezione. Silvia mi regala tutto quello che vado cercando: qualita’ artigianale, pezzo unico, ri-uso ecologico, atmosfere amichevoli, lente, raffinate, attenzione per i dettagli, volonta’ di rendere ognuna di noi anche sartorialmente unica e diversa. Che per il resto, e’ evidente, lo siamo gia’. Praticamente, come farsi un weekend in una Spa, o quattro sedute dallo psicoterapeuta. Io ho gli occhi a cuore. Rosa. Ed amo infinitamente queste donne, che amano le donne.

RAPTUS&ROSE: la carezza del passato, la coccola, il nostro tempo. In bellezza.

Raptus&Rose website

Ancora silenzio...sas

Lascia un commento

Autore:

E-mail:

Sito web: